Karl Marx

Grundrisse der Kritik der politischen Ökonomie

 

1 Introduzione
2 Il denaro
3 Il capitale - Appendice
3a Il capitale
3b Il capitale
3c Il capitale
4d Il capitale

questa versione digitale - in formato .pdf - è stata curata da CriticaMente, che ringraziamo


Marx scrisse questo gruppo di manoscritti, raggrupati in una serie di quaderni, che l’istituto Marx-Engels-Lenin di Mosca (IMEL) ha pubblicato nel 1939 - 1941, sotto il titolo di Grundrisse der Kritik der politischen Ökonomie, Lineamenti fondamentali di critica dell'economia politica. Essi dovevano far parte di un testo preparatorio al manoscritto Per la critica dell’economia Politica, pubblicato per la prima volta in tedesco nel 1859, ossia otto anni prima della pubblicazione del primo libro del Capitale.

Lo scopo che Marx si proponeva con questo lavoro è, come scriveva a Lasalle: “la critica delle categorie economiche o, se si vuole, il sistema dell’economia borghese rappresentato criticamente. È rappresentazione del sistema e al tempo stesso, mediante la rappresentazione, critica di esso. Non mi è affatto chiaro quale sarà la mole del tutto. Se avessi il tempo, la tranquillità e i mezzi per elaborare il tutto prima di consegnarlo al pubblico, lo condenserei molto, perché ho sempre amato il metodo della condensazione…

Il tutto è suddiviso in sei libri.

1 – Del capitale (contiene alcuni capitoli preliminari)

2 – Della proprietà fondiaria

3 – Del lavoro salariato

4 – Dello Stato

5 – Commercio internazionale

6 – Mercato mondiale…

Ma alla fine ho la sensazione che proprio ora che dopo quindici anni di studio sono arrivato al punto di mettere mano alla cosa, tumultuosi eventi esterni probabilmente interferiranno…” [1]

In una lettera a Engels del 1857 Marx scrive: “Lavoro come un pazzo, le notti intere, per riassumere i miei studi economici, in modo da avere messo in chiaro almeno i lineamenti fondamentali (Grundrisse) prima del diluvio[2]”.

I manoscritti facenti parte dei Grundrisse (Lineamenti fondamentali) non erano stati concepiti da Marx per essere pubblicati. Essi vennero redatti a Londra, alcuni tra il 1850 e il 1851, altri, i più importanti, tra la metà del 1857 e gli inizi del 1859.

In questi quaderni Marx aveva organizzato il materiale analitico relativo agli studi economici che ricavava dalle sue letture. Di questi quaderni di estratti esistono tre gruppi cronologicamente distinti: i primi due, anteriori al 1848, il terzo, posteriore.

Un primo gruppo riguarda gli studi economici condotti a Parigi nel 1844 - 1945 e consta di 9 quaderni, che sono stati parzialmente pubblicati nel volume 1/3 della MEGA (Marx-Engels Historisch-kritische Gesamtausgabe, Edizione completa storico-critica delle opere di Marx - Engels).

Un secondo gruppo di 12 quaderni venne redatto tra febbraio e giugno 1845 a Bruxelles, luglio e agosto dello stesso anno a Manchester, e dal settembre 1845 al termine del 1846 di nuovo a Bruxelles. I testi facenti parte di questo secondo gruppo non sono mai stati pubblicati nella MEGA.

Un terzo gruppo è costituito di 24 quaderni redatti a Londra tra il settembre 1850 e l’agosto 1853. A questi occorre aggiungere il manoscritto inedito del marzo-aprile 1851 intitolato Das vollendete Geldsystem, e l’altro del novembre 1854 - gennaio 1855 intitolato Geldwesen, Kreditwesen, Krisen. Purtroppo di questo gruppo di lavori, tranne il quaderno VIII e parte del IV, che riguardano la dottrina di Ricardo, pubblicati nei Grundrisse, non è stato pubblicato altro.


I testi compresi nell’edizione moscovita dei Grundrisse, rimasta immutata nell’edizione Dietz di Berlino del 1953 in un unico volume, sono:

1) La Einleitung (Introduzione), contenuta in un quaderno siglato M, redatta tra il 23 agosto e la metà di settembre del 1857.

2) Il manoscritto di 7 quaderni (i Grundrisse) numerati e spesso datati da Marx stesso, tranne il I. Essi furono scritti nel seguente ordine cronologico:

Quaderno

I: ottobre 1857.

Il: novembre 1857.

III: 29 nov - metà dicembre 1857.

IV: metà dicembre 1857 - febbraio 1858.

V: 22 gennaio 1858 - inizio febbraio 1858.

VI: febbraio 1858.

VII: fine febbraio - marzo, fine maggio – principi di giugno 1858

I testi secondari che formano l’Anhang, strettamente attinenti ai due precedenti, sono:

3) Lo schizzo su Bastiat und Carey, scritto nel luglio 1857, prima della Einleitung. Originariamente occupava le prime sette pagine del III quaderno dei Grundrisse.

4) L’Index zu den 7 Heften, redatto nel giugno 1858, contenuto nello stesso quaderno M che accoglie la Einleitung.

5) L’Urtex, redatto tra agosto e novembre 1858. Occupa due quaderni non datati, siglati B’, il primo, B” e B” Il, il secondo, essendo diviso in due parti.

6) I Referate, relativi al contenuto dei quaderni M (Einleitung), II-VIII (Grundrisse), (Urtext); redatti circa nel febbraio 1859, che si trovano al termine del quaderno B”.

7) Il Planentwurf del 1859.

8) Una breve serie di estratti riguardanti la teoria del denaro di Ricardo, contenuti nel IV dei 24 quaderni del 1850 - 53 e datati Londra, novembre 1850 - dicembre 1850.

9) Una serie molto più ampia di estratti sistematici dalla III edizione di On the principles of Political Economy di Ricardo, contenuti nel quaderno VIII e redatti tra aprile e maggio 1851. Essi sono preceduti da due brevissimi testi: un elenco dei tipi di imposte in Ricardo, e un indice della materia dei Principles. Appartengono ad un quaderno, da Engels datato al 1851, in cui si trova anche la parte finale del manoscritto Das vollendete Geldsystem, tuttora inedito.

Si fa presente che nel manoscritto originale, sia la Einleitung che i Grundrisse sono scarsamente titolati. La Redazione IMEL ha provveduto perciò a inserire come titoli nel «capitolo del capitale» e nell’«Introduzione» i brevi sommari dei Referate. Questa edizione si attiene a quella IMEL pubblicata nel 1939 a Mosca.


NOTE

[1] Marx a Lasalle, 22 febbraio 1838. Vedi anche R. Rosdolsky, Genesi e struttura del capitale di Marx, Laterza.
[2] Il diluvio (che poi non ci fu) a cui Marx si riferiva era la rivoluzione europea, da lui prevista come conseguenza della grave crisi finanziaria ed economica che aveva investito il continente e l’Inghilterra in quegli anni.