Emilio Salgari



   

 

 

Malgrado i problemi finanziari, che spinsero Salgari al suicidio, il suo successo fu considerevole, tanto che vari editori pubblicarono - anche utilizzando impropriamente il nome Salgari - numerosi libri, riferiti ai vari cicli, scritti da altri (Motta, Bertinetti, Omar Salgari, ecc.): per i due cicli principali i titoli qui riportati sono gli unici originali.

Fra le tante, troppe, edizioni: sì Einaudi, Fabbri, Garzanti, Mondadori, Mursia, Newton C. ; no: Boschi, Capitol, Lucchi, Malipiero, Melita, Piccoli, Sorgente. Carroccio e Viglongo, che pure non sono stati maestri di filologia, hanno avuto un ruolo importante, anche se per il primo editore vi è una certa grossolanità nell'ordine.

Il sito
emiliosalgari.it contiene molte interessanti informazioni.

Si dice Salgàri, ma per noi resta Sàlgari.