inizio rosso e giallo


 

John le Carré


Un monumento.
In qualche modo anche le Carré (pseudonimo di David Cornwell, 1931-2020) è debitore nei confronti di Fleming, che per primo aprì la strada della spy story moderna, ma, come Deighton e Greene, ha avuto il merito di raccontare lo spionaggio per quello che è realmente. Fra l'altro, nei suoi romanzi non solo spie e intrighi hanno assoluta credibilità, ma non si ricorre alla scorciatoia facile facile dei buoni contro i cattivi, laddove, ovviamente, i primi sono quelli del mondo libero e i secondi i trucidi di KGB e dintorni. Certo, Le Carrè è suddito di Sua Maestà, e sta dalla parte dell'Occidente, ma senza farsi troppe illusioni sul proprio mondo, e quindi i vari antagonisti sono in definitiva molto simili.

George Smiley "era il prototipo della "persona che non ricorderò mai"; piccolo e paffuto, con degli occhiali dalle spesse lenti e radi capelli, egli era a prima vista la perfetta immagine dello scapoIone di mezza età, fallito nella vita e con un impiego sedentario. La sua connaturata indifferenza verso i problemi pratici del vivere civile era chiaramente esemplificata dagli abiti, costosi e scomodi, perché era una pagliuzza nelle mani del sarto, che lo derubava." (Un delitto di classe)

Smiley, tanto realistico quanto era fiabesco Bond, diventerà a poco a poco il protagonista centrale delle vicende narrate da le Carré, almeno finché la fine della guerra fredda non renderà più possibile la contrapposizione Est - Ovest, secondo gli schemi classici. Ma le Carré non si sentirà orfano, è un osservatore troppo acuto della realtà internazionale per non capire che "il grande gioco" ha solo cambiato regole, e squadre, e da grande scrittore affronta con assoluta padronanza la nuova situazione.
Anzi, negli ultimi anni le Carré ha assunto via via posizioni sempre più critiche nei confronti dell'Occidente (v. l'intervista riportata sotto) e Amici assoluti è una struggente riflessione sulla memoria e sul cambiamento.

I romanzi di le Carré sono avari di inseguimenti, revolverate, effetti speciali (ed è anche questa assenza a renderli avvincenti), e se parlano di spie lo fanno in un clima decisamente più vicino al mistery classico: La talpa, forse il libro più bello di le Carré, se da una parte è il capolavoro assoluto del classico tema del doppio gioco (tanto che talpa viene usato correntemente per definire un qualche infiltrato), dall'altra si svolge come un vero e proprio giallo, in cui il volto del colpevole rimane ignoto fino alle ultime pagine.
Del resto i primi due libri di le Carré sono dei gialli a tutti gli effetti, e in Un delitto di classe Smiley fa proprio il detective.

Cinema e televisione hanno attinto ampiamente a le Carré, in genere con prodotti di qualità:

  • La spia che venne dal freddo (The Spy Who Came In from the Cold, 1966), di Martin Ritt, con Richard Burton che interpreta Alec Leamas, collega di Smiley
  • Chiamata per il morto (Call for the Dead, 1966), di Sidney Lumet, con James Mason (nella parte di Charles Dobbs, che nel libro è invece Smiley)
  • Lo specchio delle spie (The Looking Glass War, 1969), di Frank Pierson, con Anthony Hopkins
  • La talpa (Tinker, Tailor, Soldier, Spy, * 1979, TV), con Alec Guinness, Ian Richardson, Patrick Stewart, Alexander Knox
  • Tutti gli uomini di Smiley (Smiley's People, 1982, TV), con Alec Guinness, Michael Lonsdale, Curd Jurgens
  • La tamburina (The little drummer girl, 1984), di George Roy Hill, con Diane Keaton, Klaus Kinski
  • La casa Russia (Russia House, 1990), di Fred Schepisi, con Sean Connery, Michelle Pfeiffer
  • A Murder of Quality (1991, film per la tv), di Gavin Millar, con Denholm Elliott, Glenda Jackson, Christian Bale, Joss Ackland
  • Il sarto di Panama (The Tailor of Panama, 2001) di John Boorman, con Pierce Brosnan, Jamie L. Curtis, Geoffrey Rush
  • La cospirazione (The Constant Gardener, 2005), di Fernando Meirelles, con Ralph Fiennes
  • Il direttore di notte (The Night Manager, GB, 2009, TV) di Susanne Bier, con Hugh Laurie, Tom Hiddleston, Olivia Colman, David Harewood
  • La talpa (Tinker, Tailor, Soldier, Spy, 2011) di Tomas Alfredson, con Gary Oldman, Colin Firth, Tom Hardy, Benedict Cumberbatch, J. Harris
  • La Spia - A Most Wanted Man (A Most Wanted Man, 2014) di Anton Corbijn, con Philip Seymour Hoffman, Robin Wright, Rachel McAdams, Willem Dafoe, Daniel Brühl
  • Il traditore tipo (Our Kind of Traitor, 2015) di Susanna White, con Ewan McGregor, Stellan Skarsgård, Damian Lewis, Naomie Harris, Jeremy Northam



  • Chiamata per il morto (Call for the Dead, 1961), Feltrinelli, 1965; Rizzoli, 1978, 1989; Mondadori, 1988, 1994, 2001
  • Un delitto di classe (A Murder of Quality, 1962), Feltrinelli, 1964; Garzanti, 1967; Rizzoli, 1979, 1987; Mondadori, 1995, 2001
  • La spia che venne dal freddo (The Spy who came in from the Cold, 1963), Longanesi, 1963, 1971, 1979, 1984; Rizzoli, 1980; Mondadori, 1985, 1988, 1994, 1997, 2001, 2003, 2013
  • Lo specchio delle spie (The looking-glass War, 1965), Longanesi, 1965, 1984; Rizzoli, 1981; Mondadori, 1993, 2001
  • Quel tanto fedele Mister Harting (A small Town in Germany, 1968), Longanesi, 1970; o Una piccola città in Germania, Mondadori, 1995, 2001, 2015
  • Un ingenuo e sentimentale amante (The naive and sentimental Lover) 1971), Rizzoli, 1972, 1987; Mondadori, 1994, 2001
  • La talpa (Tinker, Tailor, Soldier, Spy, 1974), Rizzoli, 1975, 1977; Mondadori, 1993, 2012
  • L'onorevole scolaro (The honourable Schoolboy, 1977), Rizzoli, 1978, 1982, 1989; Mondadori, 2001, 2011
  • Tutti gli uomini di Smiley (Smiley's People, 1980), Rizzoli, 1980, 1983, 1988; Mondadori, 1993, 1997, 2001
  • La tamburina (The little Drummer Girl, 1983), Mondadori, 1983, 1991, 2001, 2006
  • Fine della corsa (The End of the Line, 1986), Mondadori, 1986
  • La spia perfetta (A perfect Spy, 1986), Mondadori, 1986, 1990, 2001, 2004
  • La casa Russia (The Russia House, 1989), Mondadori, 1989, 1998, 2011; Feltrinelli, 1998
  • Il visitatore segreto (The secret Pilgrim, 1990), Mondadori, 1991, 1993, 2001, 2015
  • La pace insopportabile (The unbearable Peace, 1991), Mondadori, 1992, 1994, 2001, 2015
  • Il direttore di notte (The Night Manager, 1993), Mondadori, 1994, 1996, 2001
  • La passione del suo tempo (Our Game, 1995), Mondadori, 1995, 1996, 1997
  • Il sarto di Panama (The Tailor of Panama, 1996), Feltrinelli, 1997; Mondadori, 2010
  • Single & Single (Single & Single, 1999), Feltrinelli, 1999, 2001; Mondadori, 2010
  • Il giardiniere tenace (The Constant Gardener, 2001), Mondadori, 2001
  • Amici assoluti (Absolute Friends, 2003), Mondadori, 2003, 2004, 2005
  • Il canto della missione (The Mission Song, 2006), Mondadori 2007, 2008
  • Yssa il buono (A Most Wanted Man, 2008), Mondadori, 2008, 2009; o La spia. A most Wanted Man, Mondadori, 2014
  • Il nostro traditore tipo (Our Kind of Traitor, 2010), Mondadori, 2010, 2011
  • Una verità delicata (A Delicate Truth, 2013), Mondadori, 2013
  • Tiro al piccione: storie della mia vita (The Pigeon Tunnel, 2015), Mondadori, 2016 - autobiografia
  • La spia corre sul campo (Agent Running in the Field, 2019), Mondadori, 2019


il sito di le Carré